Non grufoliamo per le Pin-up

Posta qui articoli e libri inerenti al mondo delle moto
Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:41

Prendo spunto da quanto scritto da Gianluigi in "Una pin-up sul serbatoio" per tracciare un poco la storia antica delle Pin-up .
Di quella moderna, tra vintage girl , tatooed girl, suicide girl , burlesque ed altro la rete è piena di offerte e non serve che io faccia una ricerca ...

Chi grufola facilmente è pregato di non proseguire nella lettura :oops: :oops: :oops:

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:42

Con il termine di pin-up (termine di lingua inglese traducibile con "da appendere") si indicano generalmente le ragazze - solitamente procaci, ammiccanti e
sorridenti - fotografate in abiti succinti le cui immagini, durante il primo conflitto mondiale, iniziarono a diffondersi su molte riviste settimanali
degli Stati Uniti, per iniziativa del presidente Woodrow Wilson, il quale aveva istituito la Division of Pictorial Publicity, con lo scopo di ideare stimoli
visivi per convincere gli uomini ad arruolarsi.
Allegati
xl_pin_up_history_05_1407281432_id_828444.jpg
xl_pin_up_history_05_1407281432_id_828444.jpg (372.71 KiB) Visto 217 volte

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:46

Questo fenomeno attirò in maniera sempre maggiore l'attenzione soprattutto dei lettori uomini, e in particolare registrò un incredibile successo fra i soldati
impegnati al fronte, che usavano appendere le fotografie di queste ragazze nei loro armadietti o nelle loro tende di accampamento.

Questa categoria di sex-symbol venne identificata col nome di pin-up, e appunto stava a indicare una categoria di splendide ragazze, sexy e prorompenti,
prive di quell'alone di mistero che aveva caratterizzato le "dive" degli anni trenta, elemento che contribuì di certo a conferire loro il favore del pubblico.
Erano tipiche bellezze americane, dalle gambe lunghe e tornite, curve abbondanti e tratti somatici molto femminili, quindi prosperose ed attraenti , ma dal viso giovane,
quasi fanciullesco, ed armonioso.
Allegati
5cc0eba626000034006ff2d1.jpeg
5cc0eba626000034006ff2d1.jpeg (24.48 KiB) Visto 216 volte

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:47

Erano delle "dive" private del classico "divismo": l'ampia diffusione delle loro storie sulle riviste concorse a conferire loro un carattere comune agli occhi del pubblico.
Le loro forme generose e longilinee al tempo stesso rappresentano i sogni erotici del pubblico maschile tuttora e, nel periodo in cui hanno iniziato a farsi conoscere,
hanno rappresentato una desiderabile opulenza nel momento di una profonda crisi causata dalla fame della guerra.
La popolarità delle ragazze Pin Up continuò ad aumentare durante la Seconda Guerra Mondiale, quando i soldati lontani da casa appendevano un'immagine
che gli ricordasse il motivo per cui combattevano. in quegli anni le Pin-up decorarono anche le fusoliere degli aeri .
Allegati
pin-up1.jpg
pin-up1.jpg (97.75 KiB) Visto 215 volte
8813c79f-7d39-48ea-84f4-2f472b54eff0.jpg
8813c79f-7d39-48ea-84f4-2f472b54eff0.jpg (136.23 KiB) Visto 215 volte

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:47

Cedo la parola... ops.. la penna ... opps la tastiera a persone piu' autorevoli di me ... :D :D :D

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:49

Priscilla Frank
L'Huffington Post

La pin up è un tipo di donna molto particolare. Si tratta di una donna made in America, una super "bambola", famosa per come si veste (e sveste) ma mai
in modo da meritarsi la barra nera della censura. Ama flirtare ma resta innocente, è erotica ma non esplicita, maliziosa ma comunque dolce.

"La sua sensualità è naturale e non artefatta, e la sua esposizione è causata sempre da un evento accidentale" ha spiegato all'Uffington Post U.S. Dian Hanson,
autore di The Art of the Pin-Up. "Un amo da pesca le sfila il bikini, un motore fuoribordo le fa a pezzi la minigonna, un cucciolo dispettoso la fa inciampare
e l'onnipresente brezza di vento le solleva la gonna, ma tutto senza che sia mai esposta completamente".
Allegati
xl_pin_up_history_10_1407281439_id_828489.jpg
xl_pin_up_history_10_1407281439_id_828489.jpg (431.46 KiB) Visto 213 volte
Elvgren001.jpg
Elvgren001.jpg (233.01 KiB) Visto 213 volte
5cc0eba4240000320021e927.jpeg
5cc0eba4240000320021e927.jpeg (27.69 KiB) Visto 213 volte
5cc0eba52400003200e3cc20.jpeg
5cc0eba52400003200e3cc20.jpeg (34.62 KiB) Visto 213 volte

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:52

by Effplume

Il loro aspetto ? sbarazzino e frivolo ma al tempo stesso abbondante nelle forme, super sensuali, e le pose seducenti, gli sguardi maliziosi.
Sicuramente una vera goduria per gli occhi dei nostri giovanotti americani, lontani dai comfort delle proprie case e dal calore delle famiglie.

Sono gli USA a sfornare le prime pin up. Le più famose di tutti i tempi sono nate dalla matita dell’americano Gil Elvgren. Le sue opere d’arte avevano
come musa quasi esclusiva la moglie (mi pare si chiamasse Janet Cecilia) con cui si divertiva prima a scattare fotografie in pose ammiccanti e
poi a trasformarle in disegno.
Allegati
5cc0eba3230000370093311f.jpeg
5cc0eba3230000370093311f.jpeg (171.39 KiB) Visto 212 volte
1-small_38d421cf-506a-4f34-a6a3-bcbd9c5f222e.jpg
1-small_38d421cf-506a-4f34-a6a3-bcbd9c5f222e.jpg (98.84 KiB) Visto 212 volte

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:55

Impossibile non conoscere le icone dei calendari anni ’50 commissionati al mitico Gil. Una serie ricchissima di illustrazioni pin-up che sono famose ancora oggi,
le ritroviamo ad esempio sulle bottiglie di bibite analcoliche Macario o per le strade di Senigallia durante il Summer Jamboree, stampate a grandezza naturale! …
Allegati
20090722-summerjamboree-poster-g.jpg
20090722-summerjamboree-poster-g.jpg (170.03 KiB) Visto 210 volte
SJ2019_base-40.jpg
SJ2019_base-40.jpg (274.04 KiB) Visto 211 volte

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:58

Lo stile pin-up sinonimo di buon gusto, vivacità colorata, di sensualità ironica e di familiarità (e questo spiega il perchè un marchio come Coca-Cola
ha utilizzato sin dagli albori questo tipo di immagini per entrare nelle case della gente).
Allegati
1.jpg
1.jpg (30.04 KiB) Visto 209 volte
xl_pin_up_history_09_1407281439_id_828480.jpg
xl_pin_up_history_09_1407281439_id_828480.jpg (351.77 KiB) Visto 209 volte

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 3177
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: Non grufoliamo per le Pin-up

Messaggio da ziomauri » 30/12/2019, 17:59

Sono un modello di anti-divismo: in contrapposizione alla bellezza raffinata e austera delle dive anni ’20 e ’30, le pin-up sono una ventata d’aria fresca
in un momento, quello subito dopo la guerra, in cui il bisogno principale era di tornare alla serenità. L’atteggiamento della donna della porta accanto
unito ad un erotismo discreto, (fintamente) ingenuo e molto spontaneo. Le scene raffigurate parlano di donne alle prese con la vita casalinga,
simpaticamente maldestre, che solleticano le fantasie di chiunque.
Allegati
5cc0eba4240000030a5104a3.jpeg
5cc0eba4240000030a5104a3.jpeg (32.85 KiB) Visto 208 volte
5cc0eba526000035006ff2cd.jpeg
5cc0eba526000035006ff2cd.jpeg (24.32 KiB) Visto 208 volte

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti