STORIA DEL SIDECAR

Posta qui articoli e libri inerenti al mondo delle moto
Avatar utente
Gioel
Messaggi: 1059
Iscritto il: 15/09/2017, 11:34
Moto: Honda VT 750S
Località: Cavenago Brianza (MB)

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da Gioel » 25/06/2018, 9:11

TRIUMPH CON CARROZZINO MILLS & FULFORD , ANNO 1910.

Il dualismo tra Francia ed Inghilterra all’inizio del '900, fu la spinta per un'incredibile serie di innovazioni e migliorie nella produzione di veicoli.
La moto, prodotta dalla casa di Coventry, dotata di trasmissione a cinghia, è abbinata ad un elegante carrozzino della Mills & Fulford, anch'essa di Coventry.
E' l'evoluzione del sidecar che dal vimini passa al legno, in molti casi rivestito in lamierino di ferro per far scivolare via acqua e fango. Gli interni continuano ad essere ampi e lussuosi per alloggiare un passeggero "importante", a differenza del piccolo sellino riservato allo "chauffeur".

ACCESSORI E CURIOSITA': frizione supplementare, fari ad acetilene anche sul sidecar, contachilometri e tachimetro Jones di prima generazione, avvisatore acustico a tromba, frusta scacciacani.
05 Triumph con carrozzino mills e fulford 1910 400px.jpg
05 Triumph con carrozzino mills e fulford 1910 400px.jpg (25.97 KiB) Visto 174 volte
✌️BRACCIO IN FUORI.... SEMPRE!!!!!!

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 1366
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da ziomauri » 26/06/2018, 7:25

Azzz Gioel ... ma quanti cani c'erano in circolazione per dotare un sidecar di frusta o pistola scacciacani !!! :o :o :o

Avatar utente
Gioel
Messaggi: 1059
Iscritto il: 15/09/2017, 11:34
Moto: Honda VT 750S
Località: Cavenago Brianza (MB)

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da Gioel » 26/06/2018, 7:48

Per avere un accessorio del genere, mi sa che erano tanti.
Del resto a quei tempi, il randagismo non sapevano neanche cosa fosse. 🐕 🐩
Ultima modifica di Gioel il 27/06/2018, 8:55, modificato 1 volta in totale.
✌️BRACCIO IN FUORI.... SEMPRE!!!!!!

Avatar utente
geronimo
Messaggi: 859
Iscritto il: 10/10/2017, 20:01
Moto: Dragstar 1100 classic/ MV 175 cstl del 1956/ Aermacchi ala d'oro replica ..... in eterna costruzione
Località: Treviso

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da geronimo » 26/06/2018, 20:50

04 Peugeot con carrozzino in vimini 1904 400px.jpg
04 Peugeot con carrozzino in vimini 1904 400px.jpg (24.7 KiB) Visto 150 volte
Questa e altre "cosucce del genere" le potrete ammirare dal vivo a Varano il prossimo anno.......se verrete con me o anche senza di me :lol:

Adesso vi porto anch'io una notizia di cui però non ho la matematica certezza:
Questo signore
MENON2.jpg
MENON2.jpg (88.85 KiB) Visto 150 volte
detiene ancora ad oggi, il brevetto della bicicletta a ruote uguali (prima c'era il velocipede con la ruotona anteriore).
Ho conosciuto il suo pronipote Carlo (come il bisnonno) e sono tuttora iscritto al suo club. Cisono quì a Treviso 3 moto Menon ........ mi hanno chiesto di mettere mano ad una che perde olio dall'asse motore, ma sinceramente ci sto pensando mille volte :shock:
Nulla ha potere su di me tranne i miei stessi pensieri

Avatar utente
Gioel
Messaggi: 1059
Iscritto il: 15/09/2017, 11:34
Moto: Honda VT 750S
Località: Cavenago Brianza (MB)

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da Gioel » 27/06/2018, 9:24

NSU CON CARROZZINO ORIGINALE, ANNO 1913.

Seguendo la moda inglese, il sidecar si diffonde anche in Germania sin dai primi del '900.

NSU era la principale casa motociclistica tedesca, famosa per la qualità dei materiali impiegati, per le soluzioni tecniche adottate ed in generale per la sicurezza ed il comfort di marcia.
Questo modello è dotato del famoso monoammortizzatore alla ruota posteriore, che rende la moto all'avanguardia di alcuni decenni, e di un elegante carrozzino in legno laccato.

ACCESSORI E CURIOSITA': faro ad acetilene, segnalatore acustico a tromba, tachimetro a rotore e contachilometri, indicatore di pendenza, specchio retrovisore registrabile, freno di stazionamento.[/u]
06 Nsu con carrozzino originale 1913 400px.jpg
06 Nsu con carrozzino originale 1913 400px.jpg (22.57 KiB) Visto 139 volte
✌️BRACCIO IN FUORI.... SEMPRE!!!!!!

Avatar utente
Gioel
Messaggi: 1059
Iscritto il: 15/09/2017, 11:34
Moto: Honda VT 750S
Località: Cavenago Brianza (MB)

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da Gioel » 28/06/2018, 8:45

FRERA CON CARROZZINO ORIGINALE, ANNO 1914.
La principale casa motociclistica italiana del periodo pioneristico fu senza dubbio la Frera di Tradate (VA) che costruiva sia moto che sidecar.
Si tratta di una Frera monocilindrica di 570 cc, utilizzata anche dal Regio Esercito durante la Grande Guerra.
E' abbinata ad un carrozzino di linea ultramoderna, arrotondato e bombato, in anticipo di 20-30 anni rispetto alle altre produzioni. Il colpo di genio consisteva nel produrre un carrozzino a forma di uovo, più resistente ma nel contempo più leggero per il ridotto spessore della lamiera. Tale soluzione venne ripresa dalla Longhi a fine anni '30 e dagli altri produttori nel secondo dopoguerra.

ACCESSORI E CURIOSITA': impianto di illuminazione ad acetilene, avvisatore acustico a tromba, sistema di scarico doppio: "città" e "fuori città".
07 Frera con carrozzino originale 1914 400px.jpg
07 Frera con carrozzino originale 1914 400px.jpg (24.16 KiB) Visto 133 volte
✌️BRACCIO IN FUORI.... SEMPRE!!!!!!

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 1366
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da ziomauri » 28/06/2018, 9:58

Gioel ha scritto:
28/06/2018, 8:45
FRERA CON CARROZZINO ORIGINALE, ANNO 1914.
La principale casa motociclistica italiana del periodo pioneristico fu senza dubbio la Frera di Tradate (VA) che costruiva sia moto che sidecar.
Si tratta di una Frera monocilindrica di 570 cc, utilizzata anche dal Regio Esercito durante la Grande Guerra.
E' abbinata ad un carrozzino di linea ultramoderna, arrotondato e bombato, in anticipo di 20-30 anni rispetto alle altre produzioni. Il colpo di genio consisteva nel produrre un carrozzino a forma di uovo, più resistente ma nel contempo più leggero per il ridotto spessore della lamiera. Tale soluzione venne ripresa dalla Longhi a fine anni '30 e dagli altri produttori nel secondo dopoguerra.

ACCESSORI E CURIOSITA': impianto di illuminazione ad acetilene, avvisatore acustico a tromba, sistema di scarico doppio: "città" e "fuori città".
07 Frera con carrozzino originale 1914 400px.jpg
Bellissimo questo .... in anticipo su gli attuali scarichi after market !

Avatar utente
Gioel
Messaggi: 1059
Iscritto il: 15/09/2017, 11:34
Moto: Honda VT 750S
Località: Cavenago Brianza (MB)

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da Gioel » 29/06/2018, 13:29

INDIAN POWERPLUS CON CARROZZINO ORIGINALE, ANNO 1918.

Bicilindrica di 60 pollici cubici (983 cc) abbinata ad un carrozzino prodotto direttamente dalla casa madre con scocca in lamiera portante. Durante la prima Prima Guerra Mondiale, venne utilizzata dall'esercito americano, garantendo ottime prestazioni.

La Indian nacque a Springfield (Massachusets) nel 1901 e le venne attribuito questo nome quale omaggio alle tribù di pellerossa ormai relegate nelle riserve. Come la maggioranza delle moto americane, ha un motore bicilindrico a V molto potente e supportato da un telaio altrettanto robusto.

ACCESSORI E CURIOSITA': impianto di illuminazione ad acetilene, fanalino mobile ad olio, clacson meccanico.
Un sidecar uguale restò in dotazione ad un ufficiale americano che si recava quotidianamente presso l'Harry's New York Bar di Parigi a degustare il nuovo cocktail che prese il nome di "Sidecar".

Uno di questi modelli venne utilizzato da Ernest Hemingway, inviato di guerra al seguito dell'American Red Cross (Croce Rossa Americana).
08 Indian powerplus con carrozzino originale 1918 400px c.jpg
08 Indian powerplus con carrozzino originale 1918 400px c.jpg (24.05 KiB) Visto 125 volte
✌️BRACCIO IN FUORI.... SEMPRE!!!!!!

Avatar utente
ziomauri
Messaggi: 1366
Iscritto il: 06/10/2017, 7:40
Moto: Honda VT 750 S - Motina Due
Località: Castelnuovo del Garda

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da ziomauri » 30/06/2018, 7:18

Gioel .... Sempre interessanti i tuoi aggiornamenti !!!

Avatar utente
Gioel
Messaggi: 1059
Iscritto il: 15/09/2017, 11:34
Moto: Honda VT 750S
Località: Cavenago Brianza (MB)

Re: STORIA DEL SIDECAR

Messaggio da Gioel » 30/06/2018, 12:20

ziomauri ha scritto:
30/06/2018, 7:18
Gioel .... Sempre interessanti i tuoi aggiornamenti !!!
Grazie Ziomauri
........e la storia continua, anche se ancora per poco, purtroppo.
Ultima modifica di Gioel il 30/06/2018, 12:37, modificato 1 volta in totale.
✌️BRACCIO IN FUORI.... SEMPRE!!!!!!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti